HP INTENDE CHIUDERE LA SEDE DI POZZUOLI. 160 LAVORATORI A RISCHIO. PROCLAMATA PROTESTA CONTRO CESSIONE INDIVIDUALE

0
923


Ancora emergenza lavoro in Campania. Questa volta le sirene d’allarme suonano per i lavoratori di HP Italia, la multinazionale informatica produttrice di hardware e software con sede campana in Pozzuoli. Dopo numerosi tagli già effettuati i vertici aziendali hanno comunicato ai sindacati la volontà di chiudere il centro e di cedere singolarmente i lavoratori ad un’altra azienda, impedendo loro di ottenere i benefici di una discussione collettiva. I lavoratori in assemblea, all’unanimità hanno rigettato il piano di dismissione del sito decidendo di mettere in campo tutte le azioni di lotta necessarie affinchè HP riveda la sua posizione. La sede di Pozzuoli è un’eccellenza del panorama informatico italiano e della stessa multinazionali, gestendo numerose commesse, tra le quali alcune inerenti al Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca. Ascoltiamo Mino Bergamo di RSU FIOM.