Torna puntuale ogni anno l’appuntamento per tantissimi studenti, neo diplomati e non, del test d’ingresso alla facoltà di medicina.

Quest’anno ad affollare gli atenei italiani per la prima prova oltre 67mila studenti.
A Napoli il numero di partecipanti è di circa 6000 che da questa mattina hanno affollato il quartiere di Fuorigrotta scenario del test nelle sedi di Monte Sant’Angelo per gli iscritti alla Federico II e del Palapartenope per gli iscritti all’ Università degli Studi della Campania Luigi Vanvitelli.

Tra gli studenti che si sono presentati stamattina alle 8.00, c’è anche un signore che compirà 70 anni nel 2019.

La data è unica per tutte le regioni italiane, i questionari sono gli stessi, le regole sono uguali per tutti i 67mila candidati ma c’è una cosa che continua a variare a seconda dell’università in cui si decide di sostenere la prova: il costo dei test.

La prova sarà uguale in tutta Italia: sessanta domande a risposta multipla su logica, matematica, chimica, fisica, biologia e cultura generale. La graduatoria sarà poi unica e nazionale, anche se ogni candidato ha dato la preferenza ad almeno 5 sedi in cui vorrebbe formarsi per raggiungere il proprio sogno e da cui dipenderà il punteggio del quiz.
I posti da assegnare sono 400 per la facoltà di Medicina e 35 per Odontoiatria.

A tutelare gli aspiranti camici bianchi per eventuali ricorsi dopo il test di ingresso la Consulcesi. Ascoltiamo l’avvocato Cristiana Peghini.