Il Consiglio regionale della Campania, dopo circa due ore di dibattito, ha approvato la risoluzione della maggioranza il Documento di economia e finanza della Regione Campania 21-23. Tra gli obiettivi strategici del documento (che è di 578 pagine), che sono illustrate dal consigliere regionale del Pd, Franco Picarone, per i prossimi tre anni c’è anche quello di favorire il turn over nel settore pubblico” sia in ambito sanitario che in quello della Pa. A giudizio del Governo regionale “quota 100 adottata dal precedente Governo nazionale ha ulteriormente aggravato una situazione già grave”. Comunque viene confermato che il piano per il piano per il lavoro della Regione aprirà, nel corso del 2021, le porte degli uffici pubblici delle 5000 persone che stanno svolgendo i tirocini.  Il dibattito è stato anche caratterizzato dalle critiche dell’opposizione. “Il Documento di Economia e Finanza della Regione Campania. – DEFRC 2021-2023 non ha alcuna credibilità”, ha detto l’ex presidente della Giunta regionale della Campania, Stefano Caldoro, intervenendo in aula.

“Quello che manca nel Documento di economia e finanza della Regione Campania è la verità. Come si fa a progettare il futuro senza prendere atto degli errori del passato”, gli ha fatto eco la capogruppo del M5S in Consiglio regionale della Campania, Valeria Ciarambino”.

Il consigliere Giuseppe Sommese, dal canto suo, ha affermato invece che “Particolare attenzione è stata dedicata al mondo dello sport con uno stanziamento di euro 400.000.00 per azioni rivolte ai giovani atleti di accertato talento sportivo. Inoltre è prevista una spesa pari ad euro 500.000.00 a sostegno delle iniziative di conservazione, miglioramento e messa norma del patrimonio edilizio sportivo esistente e di nuova realizzazione”.

La seduta si era aperta, su proposta del presidente Gennaro Oliviero, con un minuto di silenzio per le vittime del Covid. “Vogliano ricordare – ha detto il presidente Oliviero – tutte i cittadini che hanno perso la vita, il personale medico e paramedico”.