In 15.000 alla Stazione Marittima per NapoliCittàLibro

Eventi con nomi importanti del panorama culturale napoletano e nazionale, ospiti internazionali in arrivo da Colombia e Albania, Napoli Sound Fest e pubblico entusiasta. Il Salone del Libro e dell’Editoria lascia la Stazione Marittima organizzando già la prossima edizione

0
116

La Stazione Marittima è diventata, per tre giorni, un entusiasmante centro culturale con NapoliCittàLibro – Salone del Libro e dell’Editoria, organizzato da Alessandro Polidoro e Rosario Bianco, presidente e vicepresidente dell’associazione Liber@Arte.

 ALESSANDRO POLIDORO E ROSARIO BIANCO

«Questa quinta edizione è stata particolarmente entusiasmante, non solo per chi è venuto a vivere NapoliCittàLibro ma anche per noi che lo abbiamo organizzato. Tantissimi eventi, tantissimi nomi importanti della cultura napoletana e nazionale; Durazzo (Albania) che si aggiunge a Cali (Colombia), città che arrivano a Napoli con i loro scrittori, in un disegno di internazionalizzazione del Salone del Libro e dell’Editoria; la nascita del format musicale di NapoliCittàLibro Napoli Sound Fest che dà spazio a giovani artisti; l’Agorà del Leggilibri TGR Campania a cura di Claudio Ciccarone che ha ospitato scrittori e musicisti – dichiarano Alessandro Polidoro e Rosario Bianco –. In 15.000 sono arrivati alla Stazione Marittima per la nostra manifestazione e alla gioia per il grande fermento che abbiamo visto e vissuto durante il week end, si unisce quella per la rete delle istituzioni sempre più vicine al Salone. Ci tenevamo molto a rendere il Salone un luogo a misura di bambini e ragazzi e ci siamo riusciti con i laboratori a cura della Scuola Internazionale di Comics e con le letture organizzate nello stand di Nati per leggere. Grande festa con la giornata Leggendaria, che ha celebrato i suoi 10 anni al Salone. Anche i gruppi di lettura hanno avuto un buon numero di partecipanti. Stiamo già lavorando alla prossima edizione e forse torneremo qua, alla Stazione Marittima, che abbiamo scelto perché è un luogo di arrivi e partenze che affaccia sul mare. La cultura è lo strumento per fare viaggi meravigliosi».

LA RETE ISTITUZIONALE DI NAPOLICITTÀLIBRO

Il Sindaco di Napoli Gaetano Manfredi e il coordinatore delle politiche culturali Sergio Locoratolo sono tornati al fianco di NapoliCittàLibro con un impegno di sostegno mantenuto, così come il Centro per il Libro e la Lettura, che per il secondo anno ha dato fiducia al Salone del Libro sostenendolo con un contributo.NapoliCittàLibro ha ottenuto il patrocinio del Ministero della Cultura, dell’Ambasciata della Repubblica d’Albania, della RAI Campania, della Camera di Commercio di Napoli, di Campania Legge – Fondazione Premio Napoli, FAI Campania, ACE Associazione Campana Editori, ALI – Associazione Librai Italiani Confcommercio, AIB – Associazione Italiana Biblioteche. Media partnership RAI.

LE CASE EDITRICI PRESENTI A NAPOLICITTÀLIBRO

In questa quinta edizione ci sono state 136 le sigle editoriali negli stand del Salone, e anche le case editrici nazionali, con i loro autori, Bompiani, E/O, Einaudi, Fandango, Feltrinelli Gramma, Guanda, HaperCollins, La nave di Teseo, Marsilio, Mondadori, Nutrimenti, Solferino, Sperling&Kupfer, Voland.

I PROTAGONISTI E GLI OSPITI INTERNAZIONALI DI NAPOLICITTÀLIBRO

 

Con il titolo “Ri-Generazioni”, declinato nelle cinque isole tematiche “Generi”, “Visioni”,Generazioni”,Cognizioni” e “Nuove Memorie”, il comitato scientifico di NapoliCittàLibro, composto da Vincenza Alfano, Ileana Bonadies, Beatrice Gigli e Paolo Miggiano ha proposto un programma ampio ed eterogeneo.  Il pubblico di NapoliCittàLibro, tra i tantissimi eventi, ha partecipato agli incontri con il cast della fiction “Un posto al sole” e il Cast della fiction “Folle d’amore – Alda Merini”, Maurizio Braucci, Pierdante Piccioni, Amleto De Silva, Attilio Bolzoni, Piero Malagoli, Olga Campofreda, Samuele Cornalba, Anna Cherubini, Dimitri Cocciuti, Paolo Conti, Paolo Piccirillo, Andrea Di Consoli, Diego Di Franco, Ilaria Maria Dondi, Roberto Faenza, Massimiliano Gallo, Nicola Gratteri e Giordano Maurizio, Mattia Grigolo, Ginevra Lamberti, Carmen Pellegrini, Francesca Manfredi, Leonardo Mendolicchio, Lorenzo Marone, Marilù Oliva, Isabella Pedicini, Sandra Petrignani, Alfredo Palomba, Ciro Pellegrino, Nello Trocchia, Tea Ranno, Marina Tagliaferri, Nando Vitali, Nando Paone, Marco Zurzolo, Vladimiro Bottone, Emanuela Anechoum; e con gli ospiti internazionali Isabella Prieto Bernardi, Victor Diusaba, Daniel Saldaña París. Durazzo presente con uno stand dedicato alla letteratura albanese tradotta in Italia e con gli autori Loer Kume, Denata Ndreca e Blerina Suta.

L’AGORÀ DEL LEGGILIBRI TGR CAMPANIA a cura di Claudio Ciccarone

Più di centro gli ospiti che Claudio Ciccarone ha invitato nello spazio Agorà del Leggilibri. Tra loro, Lorenzo Marone, Gennaro Marco Duello, Angelo Petrella, Pasquale Scialò, Guido D’Agostino, Nicola De Blasi, Adolfo Ferraro, Tiuna Notarbartolo, Giuliana Covella, Geppina Landolfo, Luciana Esposito, Francesca Bianco, Rosaria Troisi, Amedeo Colella, Ottavio Costa, Ciro Giustiniani, Liliana Palermo, Maurizio De Angelis, Giorgio Anastasia, Rosa Mancini, Martin Rua, Pietro Treccagnoli, Vittorio Del Tufo, Sergio Siano, Pier Luigi Razzano, Alessio Forgione, Michelangelo Iossa, Gino Aveta, Jennà Romano, Lino Vairetti, Toni Cercola, Patrizio Trampetti, Maurizio Capone, Mimmo Di Francia, Marco Gesualdi, Diego Moreno. Spazio anche a Raipoesia2022, il progetto web di Luigia Sorrentino per la Tgr Campania, che ha inaugurato all’interno di Napolicittàlibro, La stanza dei poeti.