venerdì, Febbraio 3, 2023
HomeEconomiaIndustria, produzione ancora in calo: -3,7% in un anno

Industria, produzione ancora in calo: -3,7% in un anno

Industria, produzione ancora in calo: -3,7% in un anno

 Arrivano le stime dell’Istat sulla produzione industriale relative al trimestre settembre-novembre scorso e su base annua. In calo dello 0,3 rispetto ad ottobre 2022, con l’indice tendenziale che fa registrare un pericoloso -3,7%.

Nella media del trimestre settembre-novembre il livello della produzione diminuisce dell’1% rispetto ai tre mesi precedenti.

L’indice destagionalizzato mensile cresce su base congiunturale solo per i beni strumentali (+0,1%) mentre cala per l’energia (-4,5%), i beni di consumo (-0,4%) e i beni intermedi (-0,3%).

Crescono, su base annua, solo i beni strumentali (+1,8%); diminuiscono, invece, i beni di consumo (-2,6%), i beni intermedi (-5,2%) e in misura molto marcata l`energia (-16,2%).

IN CRESCITA PRODUZIONE COMPUTER ED ELETTRONICA

Tra i settori di attività economica che registrano variazioni tendenziali positive si segnalano la fabbricazione di mezzi di trasporto e la fabbricazione di computer e prodotti di elettronica (+7,3% per entrambi i settori), la produzione di prodotti farmaceutici di base e preparati farmaceutici (+6,4%) e la fabbricazione di macchinari e attrezzature n.c.a. (+2,4%).

SEGNO MENO PER FORNITURE ENERGETICHE, GAS E CARTA STAMPATA

Le flessioni più ampie si registrano nella fornitura di energia elettrica, gas, vapore ed aria (-17,1%), nell’industria del legno, della carta e della stampa (-10,8%) e nella fabbricazione di prodotti chimici (-8,6%).

IL COMMENTO DELL’ISTAT: IN CRESCITA SOLO I BENI STRUMENTALI

“A novembre l’indice destagionalizzato della produzione industriale – è il commento dell’Istat – continua a ridursi, seppure con una intensità minore rispetto ai due mesi precedenti; in calo risulta pure il complesso del trimestre settembre-novembre rispetto ai tre mesi precedenti.

La produzione – secondo l’Istituto nazionale di statistica –  al netto degli effetti di calendario, diminuisce anche in termini tendenziali. A livello settoriale è molto ampia la caduta dell`energia, mentre sono in crescita solo i beni strumentali”.

Skip to content