Morto in cantiere Eav, l’attacco della Uil: “Politica responsabile morale”

Il decesso di oggi è il 37° dall’inizio dell’anno ed è stato ovviamente al centro della discussione di apertura dell’Assemblea nazionale della UiLM

0
62

Morto in cantiere Eav, l’attacco della Uil: “Politica responsabile morale”

E’ stato investito da un furgone che stava effettuando la retromarcia ed è morto sul colpo. Questa la tragica fine di un operaio di 60 anni, deceduto all’interno di un cantiere della linea metropolitana a Napoli in via Giaime Pintor, nel quartiere di Secondigliano.

LA VITTIMA SAREBBE STATA TRAVOLTA DA UN FURGONE

La vittima, secondo le prime ricostruzioni degli inquirenti, sarebbe stato travolta dal mezzo in movimento perché l’autista non si era accorto della sua presenza. Situazione simile all’altro incidente sul lavoro avvenuto nel parcheggio dell’Asia a Ponticelli. Sul posto sono intervenuti gli uomini della Polizia e il personale del 118.

37° DECESSO SUL LAVORO DA INIZIO ANNO

Il decesso di oggi è il 37° dall’inizio dell’anno ed è stato ovviamente al centro della discussione di apertura dell’Assemblea nazionale della UiLM a cui ha preso parte il Segretario Generale Pierpaolo Bombardieri.