sabato, Febbraio 24, 2024
HomeAttualitàNatale, commercianti sul piede di guerra per ordinanza anti assembramento

Natale, commercianti sul piede di guerra per ordinanza anti assembramento

Il comune non ha dato neanche il tempo di organizzare una protesta o imbastire una trattativa ai commercianti ed agli imprenditori dei tre quartieri, Vomero Chiaia e Centro storico, interessati dall’ordinanza anti assembramento firmata ieri, a 24 ore dalla vigilia, dal sindaco di Napoli, Gaetano Manfredi.

COSA PREVEDE ORDINANZA

Un’ordinanza che prevede la chiusura di intere strade e il divieto di vendita o di somministrazione di bevande in vetro o lattine, in caso di eccessiva concentrazione di persone dalle 10 del mattino alle 8 di sera di domani 24 dicembre e del 31 dicembre. Brindisi di Natale e Capodanno consentiti, ma blindati.

LA PROTESTA DELLA MUNICIPALITA’

Una decisione presa in maniera unilaterale da parte di palazzo san giacomo, senza neanche interpellare le Municipalità denuncia il consigliere Pino de Stasio, titolare di un bar che si trova proprio nel croce via santa Chiara via San sebastiano due delle strade che verrebbero interdette al transito di persone in caso di eccessivo afflusso

LE CARENZE D’ORGANICO DELLA POLIZIA MUNICIPALE

Sconfortati anche altri titolari di attività presenti nel centro storico, zona già messa in ginocchio da precedenti ordinanze che avrebbero dovuto guarire la zona dalla cosiddetta malamovida La decisione del comune è stata presa nonostante le endemiche carenze di organico del corpo di polizia municipale

Skip to content