The Handmaid’s Tale – Il racconto dell’Ancella, spettacolo della sezione Osservatorio del Napoli Teatro Festival, tratto dal romanzo di Margaret Atwood, nella traduzione di Camillo Pennati per Ponte alle Grazie, vede protagonista Viola Graziosi per la regia di Graziano Piazza.

In scena nella Galleria Toledo ll racconto è ispirato alla  famosa serie  televisiva  uscita con  la terza stagione a giugno 2019.

La serie di  Bruce Miller,  che porta sul piccolo schermo  il mondo distopico  creato dalla scrittrice  canadese  Margaret Atwood  ne  “Il racconto dell’ancella”, scritto nel 1985,  aveva ispirato  i cortei di protesta di molte donne americane durante la campagna presidenziale di Donald Trump.

Una narrazione, quella della Atwood, che immagina un futuro, la Repubblica di Galaad, devastato da guerre, inquinamento e sterilità, dove le donne sono strettamente sorvegliate e rigidamente divise in categorie distinguibili dal colore dei loro vestiti: azzurro intenso per le  Mogli dei Comandanti; verde smorto le  Marte,  donne sterili e attempate che svolgono i servizi domestici; marrone spento per le  Zie, guardiane e sorveglianti; rosso le  Ancelle, le sole in grado di procreare, sottomesse alla Repubblica per essere fecondate dai Comandanti, le cui mogli cresceranno i loro figli.

Attraverso  il racconto onirico e quasi ipnotico della protagonista (Offred/Difred), anche noi scopriamo di esserci abituati a qualcosa che all’inizio ci è estraneo, ma che progressivamente diventa sempre più normale.