“Ritorno. Il culto delle anime pezzentelle” straordinariamente in versione notturna

0
237

Il Complesso museale di Santa Maria delle Anime del Purgatorio ad Arco ha deciso di festeggiare il nuovo anno con un’apertura straordinaria. Nella serata del 5 gennaio, infatti, dalle ore 19 alle ore 23 sarà possibile visitare la mostra “Ritorno. Il culto delle anime pezzentelle” e l’intero Complesso museale.

La mostra, inaugurata lo scorso 1° dicembre, in meno di un mese ha totalizzato circa 5.000 visitatori, registrando un boom di presenze. Curata da Francesca Amirante e fruibile fino al 17 gennaio, “Ritorno. Il culto delle anime pezzentelle” è un’esposizione unica e prima nel suo genere, che raccoglie oltre cento anime del Purgatorio. Le statuette, in terracotta dipinta e realizzate fra XIX e XX secolo, furono acquisite dall’Opera Pia Purgatorio ad Arco, provenienti da una collezione privata, un tempo venerate all’interno delle edicole scomparse. I pezzi facevano parte di una grande collezione romana che rischiava la dispersione, rilevata da un restauratore napoletano, Diego Pistone, che l’acquistò con l’intento di riportarla a Napoli. Ed è per questo che se ne celebra il “Ritorno”.

A Napoli non è difficile imbattersi nelle “grotte” delle anime pezzentelle che richiamano il simbolo napoletano del Natale per eccellenza: il presepe. In tempi non lontani le famiglie iniziavano ad allestirlo nel giorno dell’Immacolata, e tutto doveva essere pronto per il 24 dicembre, quando, secondo tradizione, “o bambinello” veniva riposto nella sua culla allo scoccare della mezzanotte. Il giorno dell’Epifania il presepe popolare napoletano veniva svuotato dalle statuette pastorali e queste erano sostituite dalle anime purganti in terracotta. Il presepe delle anime restava in esposizione fino al 17 Gennaio, giorno dedicato alla festa di Sant’Antonio Abate durante la quale, la struttura del presepe, lo scoglio, veniva bruciata insieme agli oggetti vecchi nei cosiddetti “fucarazzi”.

La mostra coinvolge l’intera chiesa, dalla sagrestia all’ipogeo e comprende diverse figure di anime pezzentelle: da gruppi interi ad una serie di anime a mezzo busto avvolte dalle fiamme ed imploranti penitenza e perdono, più un gran numero di Addolorate, di Crocifissi, di teschi e di altri accessori.

Non solo la mostra, durante la serata del 5 gennaio sarà possibile visitare anche il Complesso museale di Santa Maria delle Anime del Purgatorio ad Arco grazie ad una serie di tour guidati, della durata di 40 minuti, che partiranno alle ore 20, 21 e 22 e termineranno nello spazio dell’ipogeo dove sarà proiettato un video-racconto di Gualtiero Peirce dal titolo “Vi aspettiamo per il rinfresco”.

È consigliabile la prenotazione via mail:

complessomusealepurgatorio@gmail.com