Uno squarcio di luce nelle nubi minacciose, la tregua del temporale ha concesso al corteo di barche di arrivare all’arenile di Mergellina tra fuochi d’artificio e suoni di trombe. L’Arcivescovo di Napoli, il Cardinale Crescenzio Sepe ha preso parte alla cerimonia accompagnando i pescatori di Mergellina e il parroco, don Franco Bergamin, sul gozzo che ha condotto via mare il quadro della Madonna di Piedigrotta. La festa per la Vergine dal mantello rosso, ha preso il via sabato 1 settembre, con il corteo e la celebrazione della Santa Messa proprio su una barca sull’arenile.

Le celebrazioni, alle quali hanno preso parte anche il vicesindaco di Napoli, Raffaele Del Giudice, il decano Carlo Ballicu, il cerimoniere Mimmo Felleca e numerosi parroci di altre parrocchie (Mauro Conte, Franco Rapullino, Antonio Cafaro e Pasquale Criscuolo) si concluderanno il 12 settembre.

La grande festa di Piedigrotta è una festa storica e secolare a Napoli e deriva dai baccanali romani destinati a propiziare la fecondità. A quei tempi si festeggiavano nei pressi della grotta di Posillipo, o Crypta Neapolitana, la galleria romana che univa l’attuale zona di Mergellina e Fuorigrotta. Poi con il passare dei tempi la festa si teneva con carri allegorici preceduti da bande musicali e durava una settimana.