UniCredit guarda alla crescita del territorio e presenta oggi il suo piano triennale di sviluppo per la Campania. Un piano ambizioso e, al tempo stesso, serio e rigoroso, basato su cambiamenti strutturali e su strumenti innovativi.

Sul versante della crescita, in Campania l’azione della banca si focalizzerà sul riattivare in modo sostenibile il ciclo del credito. Il Piano si propone infatti di erogare nella Regione 5 miliardi di nuova finanza nel prossimo triennio, di cui 1,7 per le famiglie e 3,3 per le imprese. Inoltre, UniCredit si propone per i prossimi 3 anni di accompagnare oltre 1.350 imprese campane sui mercati esteri.

«Dopo la presentazione al mercato del piano industriale di UniCredit, avvenuta lo scorso novembre, vogliamo ora prendere impegni concreti con le famiglie e le imprese dei territori nei quali operiamo, con un occhio particolare alle regioni del Sud, nella convinzione che il Mezzogiorno è una opportunità per consolidare il recupero dell’attività economica in atto in tutto Paese – ha affermato Elena Goitini, Direttore Regionale Sud di UniCredit. L’impegno di UniCredit tuttavia non nasce da oggi: negli ultimi due anni UniCredit ha erogato nel Sud continentale oltre 3 miliardi di euro, di cui più di 1,4 in Campania, a testimonianza del fatto che la banca, anche in un contesto congiunturale difficile, ha sempre garantito un’ampia disponibilità di liquidità a famiglie ed imprese. Oggi vogliamo imprimere una accelerata al nostro percorso di supporto all’economia reale della Regione e ci proponiamo di erogare nel prossimo triennio 5 miliardi di nuova finanza per le famiglie e le imprese della Campania al fine di creare redditività, allargare l’accesso al credito e favorire una più robusta ripartenza della domanda di credito per investimenti, che è condizione fondamentale affinchè anche la Campania possa cogliere i timidi segnali di ripresa che intravediamo e agganciare così il treno di una crescita sostenuta e duratura nel tempo»

Il piano commerciale di UniCredit per la Campania è caratterizzato da una forte “spinta” al sostegno agli investimenti delle imprese e ai consumi delle famiglie e su servizi ad alto contenuto innovativo. Il piano si articola in 4 filoni strategici:

SOSTEGNO AGLI INVESTIMENTI DELLE IMPRESE: UniCredit investe sulle imprese per rilanciare l’economia con un primo obiettivo di allargare l’accesso al credito facendo leva sul Bond Italia, un finanziamento in cui la Banca anticipa l’intervento del Fondo Centrale di Garanzia, con benefici per le imprese sia sul versante del prezzo che dell’accesso al credito. In Campania, solo grazie a questo strumento, sono stati erogati 80 milioni di euro a circa 400 imprese dal lancio dell’iniziativa nell’ottobre 2014 ad oggi. Secondo obiettivo è la diversificazione delle fonti di finanziamento, per il quale, soprattutto per le piccole Imprese, UniCredit metterà sul mercato il Minibond Italia, un’iniziativa volta a favorire, con la sottoscrizione della Banca e l’intervento di garanzia del Fondo Centrale, l’emissione di titoli obbligazionari da parte delle Piccole e Medie imprese, solitamente escluse da tale tipologia di transazioni.