Ad Afragola la Camorra non vince. Mobilitazione contro il racket

0
936

La bomba gettata all’ingresso della Pizzeria Sorbillo ha gettato un faro su quello che nelle ultime settimane sta accadendo ad Afragola, comune alle porte di Napoli, dove ben otto ordigni sono stati fatti esplodere contro esercizi commerciali, in un perimetro che va dal Quartiere San Michele al Rione Salicelle. Episodi al vaglio delle Forze dell’Ordine che hanno intensificato le attività di prevenzione sul territorio, probabilmente legati a una lotta tra clan camorristici che utilizzano l’antico metodo estorsivo del racket per cercare di far sentire la propria egemonia su di un territorio che negli ultimi anni ha alzato la testa contro il fenomeno mafioso. Ascoltiamo Gianluca Torelli della CGIL, referente per il progetto della Masseria Esposito – Ferraioli di Afragola, bene confiscato alla camorra.

Sabato una manifestazione nel comune campano organizzata dalla masseria con Libera Campania per gridare forte il no della cittadinanza alla criminalità organizzata. Il progetto della Masseria Esposito – Ferraioli, un frutteto che sarà gestito da donne vittime di violenza, in questo momento impegnate nella formazione alla vendita dei prodotti.