C’è posto per me? E’ la domanda al centro della settima edizione degli incontri scientifici moscatiani, all’Arciconfraternita dei Pellegrini di Napoli, che riunisce medici e dirigenti sanitari per riflettere circa l’impegno di Giuseppe Moscati, il medico santo che dedicò la propria vita alla cura, fisica e spirituale dei pazienti, durante i suoi anni di lavoro all’Ospedale degli Incurabili, come spiegato da Vinicio Lombardi, presidente Medicina&Persona Campania.

La cura, la tutela del paziente e il suo rapporto con gli operatori sanitari in quest’epoca, segnata dall’industrializzazione del lavoro sanitario, nonchè dalla crisi dello stato sociale che ha portato a numerosi tagli alla spesa pubblica destinata alla salute, sono stati gli elementi fondanti del ciclo di interventi di quest’anno. Ascoltiamo l’organizzatore del convegno dedicato al medico santo, Antonio Del Puente.