Case occupate Pizzofalcone, Piantedosi: “Non butteremo bimbi per strada”

0
236

L’occupazione abusiva di case, con un passaggio sul caso Pizzofalcone che vede la camorra protagonista, la videosorveglianza da incrementare, l’emergenza educativa dovuta all’alto tasso di dispersione scolastica, la questione migranti, i campi rom. Tanti i temi su cui l’attualità napoletana ha dato spunto al ministro dell’Interno, Matteo Piantedosi, per spiegare all’opinione pubblica i piani del nuovo Governo per garantire ordine pubblico e sicurezza in città problematiche come il capoluogo campano.

LA CAMORRA DIETRO L’OCCUPAZIONE ABUSIVA DI CASE

Nelle ultime settimane, la camorra è tornata a sparare sia nell’area flegrea che in quella a nord della città, 4 agguati in 72 ore, ed è tornata a far parlare di sè per l’occupazione abusiva di case sulla collina di Pizzofalcone. Per questo motivo il prefetto aveva convocato per questa mattina il tavolo di coordinamento dell’ordine pubblico.

A BREVE GLI SGOMBERI

Dal ministro però, al momento solo un quadro molto generico dei piani del nuovo governo Per quanto riguarda Pizzofalcone, è intervenuto l’assessore alla Sicurezza di palazzo san Giacomo, Antonio de Jesu