Emergenza Covid, frenano i contagi ma sale la tensione tra istituzioni

0
335

Mentre frena l’incremento giornaliero dei contagi covid rispetto a due giorni fa, 2427 nuovi positivi a fronte dei 2761, sale di livello lo scontro istituzionale.

Dopo la risposta polemica dei sindaci Sala e de Magistris alle dichiarazioni del consulente del ministro della salute, Walter Ricciardi, sulla necessità di varare il lock down per le città di Napoli e Milano, nella querelle è intervenuto anche il presidente della Regione Campania.

In una lettera al presidente del Consiglio Conte, De Luca, oltre a criticare il governo per non aver inviato in regione il numero di medici e infermieri richiesto, giudica sconcertanti e intollerabili le dichiarazioni di Ricciardi.

600 i medici, 800 gli infermieri chiesti dal governo regionale per rinforzare gli organici della sanità campana.

De Luca attribuisce le difficoltà nella gestione dell’emergenza al fatto che siano stati inviati solo 22 medici e 80 infermieri. Questo a spiegare i ritardi nell’assistenza generale.

Il bollettino di ieri come detto ha registrato 2.427 casi, di cui solo 31 sintomatici, su 15.030 tamponi. 17 le nuove vittime (decedute tra il 24 e il 27 ottobre) che portano il totale a 624, e 365 i guariti nelle ultime 24 ore.