Criminalità minorile, dispersione scolastica, comprensione della natura del fenomeno delle cosiddette babygang e individuazione delle necessarie misure organizzative e legislative per contrastarne la diffusione.

Di questi temi si è discusso ieri pomeriggio a Nisida, al centro europeo di studi sulla devianza e sulla criminalità.

L’iniziativa è stata organizzata dalla sesta commissione del Consiglio Superiore della Magistratura ed ha visto partecipe, tra gli altri, il vicepresidente Giovanni Legnini che ha annunciato, al termine della giornata di ascolto nell’istituto minorile, una specifica iniziativa consiliare finalizzata a produrre una risoluzione.

Sul frequente abbandono scolastico e sul tema della sottrazione dei figli alle famiglie di boss della criminalità organizzata ha poi precisato.

Intervenuto anche Francesco Cananzi. Componente del consiglio superiore della Magistratura.