I Carabinieri del Nucleo Investigativo di Castello di Cisterna hanno dato esecuzione a un’Ordinanza di Custodia Cautelare in Carcere emessa dal Tribunale di Nola a carico di 3 persone già note alle forze dell’ordine e condannate in primo grado a pene che vanno dai 12 anni e 8 mesi ai 16 anni perché responsabili, a vario titolo, di associazione di tipo mafioso e di estorsioni nonché di tentato omicidio e di detenzione e porto illegale di armi da fuoco, reati aggravati dal metodo e finalità mafiose.

Tra il 2002 e il 2004 partecipavano al clan camorristico dei “Napolitano” e successivamente, dal 2004 al 2011, a quello dei “Di Domenico”, due clan operanti nel nolano considerate articolazioni del clan “Moccia”.

Durante questi anni hanno imposto estorsioni a ditte edili del Nolano. Uno degli indagati dovrà rispondere anche del tentato omicidio nel 2005 del reggente della fazione criminale contrapposta.