Family point incrementa la rete di solidarietà per il Banco Alimentare

0
212

(di Giovanni Rochira) – In questo momento di grave crisi epidemiologica, economica e sociale, non tutti riescono a fare la spesa a causa dei mancati introiti e ne fanno richiesta anche le famiglie che fino a ieri avevano una redditualità.
Si vive e si procede quotidianamente nell’attesa che si verifichino gli aiuti più volte annunciati dal Governo, ma nel frattempo occorrono i viveri di prima necessità.
Conoscono bene queste esigenze quelli del Family Point di Napoli Nord, dove sono presenti nel loro deposito di Melito la direttrice Maria Sorrentino e il dott. Giuseppe Focone.
Entrambi da molti anni operano nel settore della solidarietà verso i ceti meno abbienti, ma raccontano che una difficoltà così drammatica a Napoli non l’avevano mai vissuta fino ad ora.v
Per soddisfare la numerosa richiesta hanno attivato una serie di contatti e di amicizie, per il carrello SOS-PESO arrivando fino al Magazzino Generi Alimentari della Caritas Diocesana di Napoli e del C.A.I.R. (Comitato Assistenza Istituto Religioso).
Per contrastare la povertà alimentare il banco distribuisce gratuitamente venti quintali di derrate alimentari alle famiglie bisognose delle aree più disagiate di Napoli, ma come detto purtroppo a causa dell’emergenza Covid-19 le richieste di aiuto sono aumentate e le poche risorse non sono più sufficienti. Non è rimasta inascoltata la loro richiesta di aiuto e solidarietà, in tanti si sono attivati per dare una mano in più.
Tra questi la società Global Service Hotel srl che ha messo a disposizione i propri automezzi per le operazioni di carico, trasporto e scarico delle pedane di generi alimentari. Ad effettuare il lavoro c’erano Stanislao e Antonio che hanno eseguito le operazioni dal Magazino Generi Alimentari di San Giovanni a Teduccio fino ai depositi adibiti alla distribuzione (Melito), portando i pacchi alimentari fino a casa di alcuni anziani impossibilitati a muoversi.
Altri aiuti sono pervenuti con bonifici per sostenere il banco alimentare, al fine di integrare con altri prodotti purtroppo non presenti nel paniere del C.A.I.R.