C’è tensione nello stabilimento Fca di Pomigliano D’Arco per l’annunciata fusione tra l’azienda automobilistica italiana e la francese Pegeout.

Un passo industriale che porterà il gruppo torinese al quarto posto nella classifica mondiale dei produttori di auto, ma anche un accordo dalle due facce per l’Italia visto che la Peugeot è una partecipata dal Governo francese.

A 9 anni dal referendum sul piano Marchionne, che spaccò il fronte sindacale all’interno della fabbrica di Pomigliano, il futuro occupazionale dei lavoratori è di nuovo al centro del dibattito.

Il segretario generale della Uil Campania, Giovanni Sgambati, auspica il mantenimento dei livelli occupazionali Di difesa delle aziende e dei posti di lavoro, se n’è parlato durante il consiglio regionale della Uiltec, categoria che opera al fianco dei lavoratori di comparti come la chimica e le risorsa idrica. A presiedere l’incontro Paolo Pirani, segretario generale della categoria nazionale Intervista