Giuseppe Oliviero (Cna): “Bene piano finanziario Regione. Ora cabina di regia per favorire sburocratizzazione”

0
97

“Sostenere la ripresa delle piccole imprese, dell’artigianato, pianificare la ripartenza dell’economia già ora, prevedendo il supporto finanziario ma anche una sburocratizzazione che accorci i tempi della ripresa”. E’ questo l’obiettivo tracciato da Giuseppe Oliviero, vicepresidente nazionale di Cna e presidente di Cna Campania, dopo una lunga serie di consultazioni con le imprese associate in Campania. “Parliamo di circa 75.000 imprese artigiane in Campania – spiega Oliviero – che costituiscono una base fondamentale della nostre economia e non possono essere lasciate indietro”. Questo il punto di partenza in vista del tavolo di concertazione in programma domani con i vertici regionali campani che hanno messo in campo misure “che vanno nella giusta direzione e sono utili a sostenere imprese e lavoratori autonomi”, spiega Oliviero.
“II confronto continuo e costruttivo – afferma – con la presidenza della Regione Campania insieme alle proposte che abbiamo avanzato ci hanno consentito di contribuire alla definizione delle misure a sostegno dell’economia del nostro territorio, molte delle nostre proposte sono state accolte, siamo solo all’inizio di una straordinaria fase che deve vedere applicate tutte le possibili soluzioni affinché nessuna impresa possa chiudere, avendo l’intelligenza di guardare al futuro. C’è ancora molto da fare, a partire dall’istituzione della cabina di regia, alla quale deve essere affidato sia il compito di semplificare tutte le procedure per l’accesso immediato alle agevolazioni previste ma anche di rendere omogenee le diverse misure che seppur con tempi ancora troppo lenti iniziano a prendere corpo”.
Oliviero, che ha fondato insieme ad Antonella i Nocera Cna Cinema e Audiovisivo Campania, guarda anche a tutte le professioni e le maestranze della cultura: “Risultano ancora – spiega – senza provvedimenti le imprese culturali, teatrali e legate al mondo dell’audiovisivo, per le quali basta finanziare la legge approvata della Regione Campania. Confidiamo che la corretta concertazione avviata con i vertici regionali ci possa consentire di dare risposte alle molteplici richieste che i settori che rappresentiamo ci pongono.