Porta a casa numeri importanti, Hera Wedding Style Week, kermesse che si è posta sin dall’inizio l’obiettivo di promuovere il patrimonio artistico e culturale della Campania, attraverso la scelta dei luoghi che ospiteranno nel tempo un evento capace di richiamare il grande pubblico; e il patrimonio umano, creativo, artistico e imprenditoriale, attraverso eccellenze nei settori wedding, moda, food, design, arte.
Il viaggio di Hera Wedding Style Week è iniziato dal Museo di Pietrarsa, luogo simbolo dell’inizio dello spostamento dell’uomo su rotaie, come spiega Marianna Izzo.
Un contenitore interessante e un esperimento vincente Hera Wedding Style Week, che si è rivelata un Salone delle Eccellenze con una passerella dedicata all’arte sartoriale del Made in Italy e alle straordinarie collezioni di Michela Elite in collaborazione con Garini Eventi, Vanitas in collaborazione con Damiani, Mattia Pisano, Bruno Caruso Priveè, Salvatore Pappacena e Maison Signore.
Un impegno concreto con la cena d’arte, organizzata per raccogliere fondi da destinare al restauro dell’opera “Terrae Motus in quel tempo….” di Mario Merz custodita negli spazi della monumentale e prestigiosa Reggia di Caserta.
Grazie a questo intervento sarà possibile portare in mostra, l’anno prossimo, all’Hermitage di San Pietroburgo, l’intera collezione Terrae Motus.