Il Napoli contro Salvini, stop in caso di cori razzisti: l’opinione dei tifosi

Il campionato è fermo per la sosta, ma ci pensano il ministro dell’Interno Salvini e la società sportiva calcio Napoli a tenere vivo il dibattito sul calcio italiano.

I cori razzisti e l’opportunità per la squadra di abbandonare il campo l’oggetto del contendere tra le due parti.

Sono gli strascichi della partita tra Inter e il Napoli, condita, a prescindere dal risultato negativo per gli azzurri e dagli scontri all’esterno del Meazza tra le due tifoserie, dai cori razzisti all’indirizzo del difensore Kalidou Koulibaly.

Per il ministro Salvini, le squadre devono continuare a giocare. Di diversa opinione il Napoli, che minaccia di far fermare la squadra in caso di insulti a sfondo razziale.