Insigne, Mertens e Callejon: il “vecchio” Napoli piega la Fiorentina

0
93
Foto tratta del profilo Facebook della SscNapoli

FIRENZE – Nella bolgia del “Franchi” il Napoli dei “vecchi” piega una Fiorentina mai doma nell’esordio del campionato di calcio. Nella notte in cui i viola abbracciano il nuovo presidente Commisso e il neo acquisto Ribery, gli azzurri di Ancelotti non si fanno ipnotizzare dall’ambiente e dopo 20 minuti di rodaggio macinano gioco, gol ed emozioni. Il rigore con il quale Pulgar porta in vantaggio la Fiorentina lo sancisce solo il var, che deve poi intervenire su quello che consente a Insigne di fare 2-1. Tra i due c’è la meraviglia dell’attaccante più prolifico di questa squadra negli ultimi 3 anni, il belga-napoletano Mertens che prima sogna e poi realizza il tiro che trafigge Dragowski all’incrocio dei pali. La partita è giocata a viso aperto da entrambe le squadre, i viola vogliono assolutamente festeggiare l’esordio, il Napoli sembra incapace di concepire la sconfitta. Una condizione mentale che gli consente di ribaltare il risultato, ribadendo al gol di Milenkovic che riesce ad avere la meglio di testa sui due corazzieri Koulibaly e Manolas, una rasoiata meravigliosa di Callejon in contropiede. Mail capolavoro che mette il sigillo al match è il gol di Insigne, al termine di un’azione partita dalla difesa e conclusasi con il triangolo Mertens, Callejon e appunto Insigne. Tre punti in classifica, 4 gol realizzati in trasferta e la consapevolezza che Carlo Ancelotti può contare sul trio d’attacco ma deve decidere a chi affidare le chiavi del centrocampo. In rosa tante alternative di qualità, ma uscire dall’equivoco può consentire alla squadra di soffrire meno in difesa dove, comunque, sono stati incassati 3 gol. E sabato prossimo è già tempo di Juventus-Napoli.