Last minute sotto casa, campagna del comune di Napoli contro lo spreco di cibo

0
731

È nato a Torino per le panetterie ma ben presto ha coinvolto anche i pastifici, le pescherie, i bar, i negozi di ortofrutta e le macellerie per permettere di smaltire la merce rimanente a fine giornata mettendola in vendita a prezzi vantaggiosi contrastando così il fenomeno dello spreco alimentare e, cosa che non guasta, aiutando la popolazione in tempo di crisi. Da oggi approda a Napoli il progetto Lastminutesottocasa che consente agli esercenti che hanno prodotti in scadenza o in eccedenza di informare i cittadini semplicemente iscrivendosi ad un sito internet.

Alla iniziativa aderisce il comune di Napoli come spiega l’assessore alle Attività commerciali Enrico Panini.

Il sistema, come evidenziato dal suo ideatore Francesco Ardito, si propone di aiutare il piccolo commercio come un megafono digitale.