In attesa del 23 marzo, giorno in cui si dovranno eleggere i presidenti di camera e senato, fase che darà il via poi alla composizione dei gruppi parlamentari e infine alle consultazioni con il presidente della Repubblica per la scelta del nuovo governo, il presidente del consiglio in pectore Luigi Di Maio si gode il bagno di folla nella sua Pomigliano d’Arco.

In una piazza Giovanni leone gremita fino all’orlo, il leader dei cinque stelle è stato accolto come una rock star. Abolire i vitalizi, tagliare gli stipendi ai parlamentari e restituire 30 miliardi tagliando gli sprechi, gli impegni presi in campagna elettorale e ribaditi da Di Maio durante il suo discorso.