Napoli, al Mann riapre la sezione preistoria e protostoria

0
450

Si prepara a un salto nella preistoria il Mann di Napoli.

Dopo 20 anni di chiusura, l’Archeologico riapre al pubblico tre piani espositivi con tremila reperti che vanno dal paleolitico all’eneolotico. Dall’età del bronzo a quella del ferro.

A riaprire è la sezione Preistoria e Protostoria. A presentarne le caratteristiche il direttore del Mann, Paolo Giulierini.

Al tavolo dei relatori l’assessore alla Cultura del Comune di Napoli, Eleonora de Majo.

Tra le curiosità presenti nelle otto sale espositive, la sezione dedicata al grande fumettista Moebius.

Un’iniziativa realizzata in collaborazione con il Comicon, il salone del fumetto che aprirà il 30 aprile. Presente l’ideatore e direttore artistico, Claudio Curcio.