Napoli, anziano spara ai due figli disabili e ne uccide uno

0
562

Nel cuore della notte ha impugnato la pistola che deteneva regolarmente in casa ed ha sparato ai due figli disabili, uccidendone uno.

E’ accaduto in via Garzilli, nel quartiere napoletano di Soccavo. Giuseppe Pecora, dopo aver ucciso suo figlio minore Ivan, di 47 anni e ferito al braccio Francesco di 50 anni, ha telefonato alla polizia e si è autodenunciato.

Agli agenti di polizia ha detto di aver agito perché avvilito dalle condizioni della famiglia e per il futuro dei figli.

Quello colpito a morte, era invalido psichico e necessitava di assistenza continua, mentre soffre di un handicap più lieve il figlio maggiore. Francesco lavorava in un negozio di fioraio in via Epomeo, a breve distanza da via Garzilli.

Nessun precedente per il signor Giuseppe, lavoratore portuale in pensione, che deteneva regolarmente in casa la pistola utilizzata contro i figli mentre stavano dormendo. In casa c’era anche la moglie dell’anziano, 79 anni, che non è riuscita a impedire il gesto. Anche la donna è stata portata insieme al marito nel commissariato di polizia per essere ascoltata.