“No alla cultura del denaro”. Appello del cardinale Sepe contro la violenza minorile

0
835

Un appello contro la violenza minorile. L’arcivescovo metropolita di Napoli, il cardinale Crescenzio Sepe, continua a lanciare strali contro la recrudescenza dei fenomeni violenti compiuti da ragazzi a danno di altri ragazzi. Dopo l’escalation delle ultime settimane quando da est a ovest di Napoli e provincia sono accaduti atti violenti il pastore della chiesa partenopea ha scelto la sede della Basilica di San Mauro in Casoria, in occasione della festa patronale, per continuare l’opera evangelica di invito alla conversione.

Sull’esempio di San Mauro Abato, tra i primi compagni di Benedetto da Norcia, il cardinale ha ricordato i valori dell’ubbidienza verso Dio e del servizio verso i fratelli. La festa di San Mauro è un momento di aggregazione comunitaria per tutta Casoria, cittadina alle porte di Napoli conosciuta per il suo alto numero di santi. Alla liturgia hanno preso parte tutti i sacerdoti casoriani, stretti al santo nella basilica il cui parroco è don Mauro Zurro.

Dopo i fatti avvenuti negli ultimissimi giorni a Chiaiano, Pomigliano d’Arco e nella Zona Ospedaliera l’arcivescovo di Napoli continua la sua opera al servizio dell’Evangelo per la conversione dei cuori. Già dopo la triste aggressione al giovane Arturo il cardinale Sepe, in occasione della liturgia del Te Deum, aveva esortato tutti gli attori sociali ad una maggiore collaborazione per far ripartire Napoli, per ovviare a questa piaga della violenza minorile.

Nei primi anni del suo mandato pastorale Sepe organizzò la consegna dei coltelli, invitando tutti i giovani che erano in possesso di armi, a disfarsene durante una cerimonia pubblica. Negli anni bui dell’emergenza rifiuti e delle guerre tra clan rivali la Chiesa di Napoli su concessione di Benedetto XVI organizzò il Giubileo Speciale per la città. Un evento nel quale la misericordia di Dio viene ricordata mediante celebrazioni e l’invito ad accostarsi al sacramento della confessione. Il Giubileo fu occasione di riscatto ed oggi ancora la Chiesa di Napoli continua imperterrita con la presenza sul territorio il suo lavoro testimoniando la propria fede nel Dio dei cristiano nel servizio agli altri.

SITO DELLA CHIESA DI NAPOLI