Attimi di tensione questa mattina a Quarto, in provincia di Napoli.

Tra via Limata e via Cocci è infatti scoppiata una protesta per ostacolare l’installazione dell’antenna 5G.
Sul posto sono arrivati anche alcuni agenti della Polizia di Stato, in assetto antisommossa, per sovrintendere ai lavori.

“Non siamo cavie” hanno gridato a gran voce i manifestanti. Il timore dei residenti della zona è che la rete di ultima generazione possa far male alla salute delle persone, esponendole a una quantità di radiazioni troppo elevata

Sebbene non ci siano studi e ricerche scientifiche che chiariscano in maniera definitiva quali siano gli effetti del 5G sulla salute, sono tantissimi in Italia gli atti volti a ottenere il blocco della tecnologia.

Intanto i manifestanti di Quarto hanno organizzato ulteriori incontri per organizzare la mobilitazione.