Napoli Calcio Femminile, prima sconfitta di campionato a Ravenna

0
994

La decima giornata del campionato cadetto ha visto il Ravenna Women battere il Napoli Calcio femminile 1 a 0. La compagine partenopea, allo stadio Sbrighi, incappa nel primo ko del campionato. Le azzurre perdono così la vetta della classifica, pur conservando due punti di vantaggio sulla Lazio terza.

LA PARTITA

La formazione del tecnico Marino ha disputato sin dal 1’ un’ottima gara. Al 35’, ancora sullo 0 a 0, Tammik ha subito un duro colpo alla testa che l’ha costretta ad uscire. Al suo posto è entrata la Gelmetti. La sfortuna è poi proseguita: doppio legno per le napoletane, uno per tempo.
Nella prima frazione è stata Nencioni a colpire il palo. Nella ripresa, invece, è stata Chatzinikolaou a centrare il montante, sempre sul punteggio di zero a zero. Una giornata sfortunata per il Napoli. A poco è servito l’ingresso di Cafferata al 59’. Il match è stato deciso dalla rete del Ravenna, all’88’, siglata da Cimatti.

LE DICHIARAZIONI DELL’ALLENATORE

“Adesso sarà importante rialzare la testa domenica prossima contro il Vittorio Veneto. Abbiamo creato tanto senza finalizzare in modo adeguato. Ci è mancata la necessaria cattiveria per fare risultato pieno e per evitare la beffa finale. Pensavamo di poterla vincere tanto che, nella ripresa, con il 4-2-3-1 abbiamo sfiorato ripetutamente il gol del vantaggio, ma la fortuna non ci ha assistito. Ora dobbiamo metterci in fretta questo episodio alle spalle togliendoci, però, quel pizzico di presunzione che ci ha accompagnato di recente”.

Emerge tanta delusione dalle parole dell’allenatore partenopeo. Perdere fa male. Perdere con la consapevolezza di aver avuto i mezzi per fare risultato ancora di più. La serie b è un campionato difficile e, soprattutto, molto imprevedibile. Ora alla guida della cadetteria c’è il San Marino Academy con 23 punti. Il Napoli, quindi, dovrà lavorare sodo in settimana per rendere questa crisi momentanea. Sarà il Permac Vittorio Veneto l’avversario dell’undicesima giornata. Tornare a vincere a Casamarciano è importante per i tifosi e per il gruppo, che deve continuare a credere nel sogno promozione.