Iniziamo subito parlando del lavoro nel settore alberghiero. Secondo Federalberghi, dall’inizio della pandemia sono circa 45 mila i posti persi tra stagionali e temporanei. Sul fronte delle presenze, invece, la situazione è davvero drammatica e il calo di fatturato per il 2020 sarà di circa 14 miliardi di euro.

Continuiamo a parlare di lavoro nelle strutture ricettive e lo facciamo con Mario Colonna, albergatore sorrentino e componente della Commissione Turismo della Camera di Commercio di Napoli, al quale abbiamo subito chiesto quali sono le scelte che deve fare un albergatore per superare questa tempesta e non affondare.

Nelle prime otto puntate ci siamo sforzati nel dare informazioni e fare luce sulle nuove opportunità di lavoro nella lunga filiera del turismo. Ma questo settore – lo sappiamo tutti – è praticamente in lockdown da otto mesi e la ripresa appare molto lontana.
Ne parliamo con Cesare Foa’, presidente di AIDIT Campania, l’associazione che riunisce le imprese che operano nel settore delle agenzie di viaggio di Federturismo-Confindustria.

Ma come si aiutano le imprese e i lavoratori per superare questo lungo periodo di crisi? Può bastare solo la finanza pubblica per rianimare il comparto del turismo e non solo?
Lo abbiamo chiesto ad Amedeo Manzo, presidente della Banca di Credito cooperativo di Napoli che dai primi mesi della pandemia ha attivato iniziative di sostegno per l’intero comparto.