Notte d’arte all’insegna della storia enogastronomica

0
862

L’arte, il cibo e Napoli. Un legame inscindibile che rivela tutta la sua forza durante l’evento inaugurato ieri e si concluderà oggi 10 dicembre, in concomitanza con la “Notte d’arte 2016”, in quattro punti del centro storico cittadino, il cortile di santa chiara, piazza del gesù, il complesso e la piazza di san domenico maggiore. “Arte dei luoghi, storie di cibi”, è il titolo della rassegna di cultura enograstronomica sul cibo partenopeo riscoperto e raccontato attraverso i luoghi dell’arte. Ideata e realizzata da Love Studio. Raccontare la cultura e la tradizione di Napoli attraverso l’arte e il cibo, con percorsi che abbinano luoghi del centro storico della città e cultura enogastronomica l’obiettivo della rassegna che ha avuto la sua prewiew nel conservatorio musicale di san pietro a majella dove sono intervenuti alcuni protagonisti degli appuntamenti di degustazione, tra cui lo chef Pietro Parisi

Al dibattito, moderato dal giornalista Pier Paolo Petino, si sono alternati Serena Maggiulli referente Gambero Rosso e direttrice di Città del Gusto e gli assessori alla Cultura ed alle Attività produttive del comune di napoli, nino Daniele ed Enrico Panini, che ha promosso l’evento.