Si sono svolti questa mattina in forma riservata i funerali dell’agente di polizia, Pasquale Apicella, morto a Napoli lo scorso 27 aprile al termine di un inseguimento in auto nel tentativo di fermare con 4 rapinatori che aveva appena assaltato il bancomat di un’istituto di credito nel quartiere Capodichino.

Solo in quindici le persone che hanno potuto presenziare all’interno della Chiesa Cristiana Evangelica di Secondigliano, in rispetto delle regole di distanziamento sociale previste varate per l’emergenza covid 19. Oltre alla moglie, Giuliana , abbracciata al feretro, alla funzione religiosa sono intervenuti il ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese e il capo della Polizia, Franco Gabrielli con il questore Giuliano e il prefetto di Napoli, Valentini, il sindaco Luigi de Magistris ed il presidente della Regione Campania, Vincenzo De luca. La cerimonia è stata trasmetta in streamin sul profilo social della Polizia di Stato.

In contemporanea con la cerimonia solenne due pattuglie della Guardia di Finanza e due dei Carabinieri si sono recate sul luogo dell’incidente per deporre una corona di fiori. Per la morte dell’agente scelto Apicella, che ha lasciato una moglie e due figli di cui uno nato da pochi mesi, sono stati arrestati con l’accusa di omicidio due persone di etnia rom.