Una dimora di pregio su via del Vesuvio con stanze elegantemente decorate e all’ingresso un Priapo affrescato sono emersi nel corso dei lavori alla Regio V che affacciano sulla via di Vesuvio, nell’ambito del cantiere dei nuovi scavi.

Le operazioni rientrano nel più ampio intervento di messa in sicurezza dei fronti di scavo, che delimitano i 22 ettari di area non scavata di Pompei, previsto dal Grande Progetto Pompei e che interesserà circa 3 km di fronti. Lo ha reso noto il Parco archeologico di Pompei.

La figura di Priapo, a Pompei ben conosciuto per la raffigurazione che campeggia all’ingresso della casa dei Vettii, appare per la seconda volta in questa domus poco distante.

“La tutela a Pompei, condotta correttamente e sistematicamente porta a straordinari rinvenimenti”, ha detto il Direttore Generale, Massimo Osanna.