Professionisti, costruttori e magistratura a confronto sulla gestione delle partecipate

0
142
Eraldo Turi e Angelo Lancellotti

Turi (commercialisti): “Serve una forza rinnovatrice che dia il via alle semplificazioni”

Lancellotti (Acen): “Funzione sempre più centrale per i servizi a cittadini e imprese”

NAPOLI – “Ritengo indispensabile la strutturazione di un confronto continuo tra professionisti, costruttori, magistratura ed amministrazioni pubbliche sul delicato tema della gestione e delle attività di controllo delle aziende partecipate.

In particolare nel periodo difficile che stiamo vivendo, dove le opportunità offerte dai fondi del Pnrr e la volontà di rilanciare l’economia del nostro Paese, devono necessariamente fare i conti con la burocrazia e le difficoltà di una legislazione civile, penale e tributaria come la nostra.

Dal dialogo e dall’interlocuzione tra tutti i protagonisti di questo settore dovrà nascere una forza rinnovatrice che dia la spinta a un vero processo di semplificazione e ammodernamento nell’interesse dei cittadini, dei professionisti e delle imprese, all’insegna dell’efficienza e dell’equità”.

Sono le parole di Eraldo Turi (nella foto in alto a sinistra) , presidente dell’Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Napoli, che ha annunciato lo svolgimento del seminario “Organismi Partecipati dagli EE.LL.: tra opportunità e criticità I controlli della Corte di Conti e le funzioni della Sezione Specializzata Tribunale delle Imprese” che si terrà mercoledì 22 maggio alle ore 15.00 nella sala conferenze dell’Associazione costruttori edili della provincia di Napoli a Palazzo Ruffo della Scaletta (Riviera di Chiaia, 202).

“Le società partecipate degli enti locali – ha sottolineato Angelo Lancellotti (nella foto in alto a destra), presidente dell’Acen di Napoli – svolgono una funzione sempre più centrale per i servizi a cittadini e imprese.

La loro efficienza è garanzia di vitalità per gli stessi enti e per la collettività. Anche in tal senso, il lavoro svolto al Comune di Napoli è di assoluto interesse, anche per questo siamo lieti di ospitare questo seminario”.

Secondo il moderatore del dibattito, Gianluca Battaglia (consigliere dell’Ordine dei commercialisti di Napoli, nella foto), “l’evento è di particolare rilevanza, poiché le società pubbliche costituiscono un segmento strategico per il tessuto sociale locale, contribuendo significativamente all’occupazione e al Pil. È importante sottolineare che i profili di rischio, sia nella gestione che nelle attività di controllo, richiedono un livello altissimo di professionalità e preparazione”.

Gianluca Battaglia

Le tematiche saranno approfondite da Pier Paolo Baretta (assessore al Bilancio del Comune di Napoli) sulla riorganizzazione del sistema delle partecipate del Comune di Napoli; Claudio Martelli (dirigente dell’Area Partecipate del Comune di Napoli) sul nuovo sistema di controllo analogo delle partecipate del Comune di Napoli; Ferruccio Capalbo (vice procuratore generale della Corte di Conti in Campania), sui controlli della Corte dei Conti sugli organismi partecipati; Mario Fucito e  Adriano Del Bene (magistrati della sezione specializzata Tribunale delle Imprese di Napoli) sui profili di responsabilità di organi amministrativi e sociali delle società partecipate e sui giudizi nelle azioni di responsabilità di organi amministrativi e sociali delle società partecipate; Pietro Paolo Mauro (consigliere delegato dell’Odcec Napoli e liquidatore delle Terme di Agnano, nella foto in basso) sul piano di ristrutturazione della partecipata in perdita, revoca dello stato di liquidazione; Marco Piemonte (liquidatore della Sauie) sul caso di studio “Sauie”; Amedeo Manzo (amministratore unico Napoli Holding) sul caso di studio “Napoli Holding”; Rosario Poliso (presidente della Commissione di studio enti pubblici e sistemi di amministrazione, valutazione e controllo) sulle criticità nei processi di revisione nelle società partecipate.

Pietro Paolo Mauro