Il dito nella piaga lo ha messo Stefano Caldoro, sfidante principale di Vincenzo de Luca alle elezioni regionali della Campania, che ieri durante un iniziativa politica aveva dichiarato che sulla mancata rimozione delle oltre 4 milioni di ecoballe l’attuale presidente della regione avrebbe dovuto essere preso a pedate.

Un caso o meno, Vincenzo De Luca ha presentato questa mattina il nuovo impianto per il trattamento dei rifiuti stoccati in balle all’interno dello STIR di Caivano.

Ad aggiudicarsi l’impianto la solita A2A, la stessa che ha realizzato l’inceneritore di Acerra, che si è aggiudicata la gara per 212 milioni di euro, e che dovrà assicurare anche lo smaltimento dei residui di produzione. L’impianto permetterà di lavorare 2 milioni di tonnellate di ecoballe, ed andrà a regime nel 2021.

Per De Luca pare sia la volta buona per rimuovere la vergogna tutta campana delle eco balle e nega che la conferenza di questa mattina sia una risposta alle accuse dell’avversario, Stefano Caldoro