Sanità in Irpinia: il Landolfi di Solofra verso l’accorpamento con il San Giuseppe Moscati

0
1408

Vincenzo De Luca, in qualità di commissario straordinario della sanità campana, ha firmato il decreto per l’ammissione amministrativa dell’Ospedale Landolfi di Solofra al complesso Ospedaliero San Giuseppe Moscati di Avellino. Si tratta di un accorpamento nell’ambito dell’attuazione del Piano della Rete ospedaliera regionale, che tende a mettere insieme determinate strutture che operano in zone vicine. Il provvedimento, che entrerà in vigore il primo ottobre, consentirà all’Ospedale Landolfi di aumentare il numero dei reparti e dei posti letto, che da 104 passeranno a 151. Questi i reparti che saranno disponibili nel nosocomio della città famosa per le concerie: oculistica, geriatria,lungo degenza, riabilitazione Funzionale, oncologia professionale e medicina del lavoro.
Grazie all’accorpamento invece il San Giuseppe Moscati potrà entrare in competizione con l’Ospedale Rummo di Benevento per diventare struttura DEA (Dipartimento d’emergenza e accettazione) di secondo livello.
A sottolineare positivamente il provvedimento la presidente del consiglio regionale della Campania, Rosa D’Amelio, originaria del territorio irpino, che in una dichiarazione ha lodato l’opera di De Luca “che ha compreso l’esigenza di creare un unico polo della salute tra due strutture distanti soltanto pochi chilometri e ha mantenuto gli impegni firmando un decreto che va nella direzione del miglioramento dell’offerta sanitaria in Irpinia. Questa decisione, che ho ampiamente condiviso, consente di mettere in sicurezza l’ospedale solofrano e di valorizzare ulteriormente l’azienda ospedaliera avellinese andando a creare specializzazioni e decongestionando il “Moscati.”