Scuola aperta solo per i bambini con disabilità, l’esempio della “Vanvitelli” di Napoli

0
722

Mentre Enrico è seduto nel banco con la sua maestra di sostegno, collegato a distanza con il resto dei suoi compagni di classe, Luca gironzola per i corridoi seguito dalle sue insegnanti in attesa che cominci anche la sua lezione quotidiana.

Nella Campania, unica regione italiana dove agli studenti viene impedito di recarsi a scuola per prevenire la diffusione del contagio, un gruppo di studenti resiste continuando a recarsi in classe tutti i giorni.

Accade nella scuola elementare Luigi Vanvitelli di via Luca Giordano a Napoli dove la dirigente, Iva Francioni, con il supporto delle famiglie è riuscita a realizzare un progetto che prevede la didattica in presenza solo per i 41 bambini Bes, alunni con bisogni educativi speciali

Impossibile la didattica a distanza per i bambini diversamente abili, spiega Dora Ivone, presidente del circolo dei genitori del 36° circolo didattico Luigi vanvitelli