Spalletti, primo allenamento con la Nazionale: sorrisi e abbracci con i suoi ex del Napoli

0
228

Spalletti, primo allenamento con la Nazionale: sorrisi e abbracci con i suoi ex del Napoli.

L’allenatore dello scudetto, oggi ct della Nazionale Italiana, ha ritrovato alcuni dei suoi ex calciatori durante l’avventura all’ombra del Vesuvio. Uno dei suoi pupilli, Giacomo Raspadori, potrebbe essere tra le novità più importanti in vista delle qualificazioni ai Campionati Europei (sabato 9 alle 20.45 a Skopje si gioca Macedonia-Italia, mentre martedì 12 alle 20.45 a Milano si gioca Italia-Ucraina).

FACCIA A FACCIA CON I “SUOI” AZZURRI

Spalletti ha radunato sul prato del Centro Tecnico i giocatori che ha convocato . Con loro ha parlato molto, in linea con la sua abituale impostazione. Ha chiesto a tutti molto impegno durante gli allenamenti ma anche e soprattutto di ritrovare il senso di appartenenza. Lo conoscono bene Alex Meret, Matteo Politano, Giacomo Raspadori e soprattutto il capitano, Giovanni Di Lorenzo che non è escluso che possa vestire anche la fascia dell’Italia.

LA RICERCA DELLA FELICITA’

“Cerco la felicità perché ne abbiamo bisogno –  ha detto Spalletti nella prima conferenza stampa -. Di solito non riesco a essere felice da solo, non riesco ad essere felice se non vedo la gente felice vicino a me. Napoli è stata la mia felicità perché ho visto i napoletani contenti. Anche i calciatori che verranno devono essere felici di vestire questa maglia, bisogna urlare la nostra felicità e vestire questa maglia, una maglia importantissima che ha una storia importantissima. Ricordo De Rossi, che diceva ‘Ho due maglie, quella del club e quella della Nazionale, che portiamo sempre sotto a quella del club. Noi abbiamo dei campioni che ci hanno fatto vedere cosa vuol dire il senso di appartenenza, penso ai vari Mazzola, Rivera, Riva, Baggio”.