Speciale DAC, il sistema dell’aerospazio in Campania: le imprese eccellenti

0
202

Speciale condotto dal Direttore, Pier Paolo Petino, sul tema: “Il sistema dell’aerospazio in Campania: le imprese eccellenti”. In studio a discutere del tema Luigi Carrino (Presidente del DAC), il Distretto Aerospaziale della Campania, Fabio Liccardo (Direttore Tecnico di Geven), Pietro Persico (Direttore Engineering, Ricerca e Sviluppo del Gruppo Magnaghi
Aeronautica).
I Tre progetti:
FUSIMCO punta allo sviluppo di una fusoliera per un velivolo regionale turboelica altamente innovativa realizzata in configurazione ibrida metallo/composito, ottimizzata in termini di prestazioni, peso e costi. Si tratta di un progetto finalizzato all’acquisizione di vantaggi competitivi dal punto di vista del prodotto e da quello industriale. Il progetto si è focalizzato su progettazione di strutture di fusoliera innovative e la definizione dei relativi processi di produzione e assemblaggio.
Con SCAVIR, invece, la Campania punta alla nascita del primo velivolo regionale innovativo e con costi di realizzazione e di esercizio più bassi, ottenuti tramite elevate prestazioni operative, semplicità realizzativa e manutentiva, nel rispetto delle
funzionalità richieste dagli operatori e delle norme sia di sicurezza che ambientali. Le soluzioni relative alla configurazione si pongono nell’ottica di garantire un incremento delle prestazioni operative e di comfort per i passeggeri e nel contempo una riduzione dei costi di realizzazione e gestione in servizio oltre che una riduzione dell’impatto ambientale durante tutto il ciclo di vita del velivolo.
MISTRAL MIni-SaTellite con capacità di Rientro Avio-Lanciabile. Il sistema di rientro atmosferico “smart” per minisatelliti, che riporta sulla terra payload e campioni e
comunica via tweet Consente l’accesso allo Spazio per effettuare esperimenti in microgravità in tempi brevi e a costi ridotti, con la possibilità di recuperare il paylod (carico utile Prevede lo sviluppo di un sistema di rientro atmosferico “intelligente” per una capsula che si basa sulla tecnologia brevettata IRENE del Consorzio ALI, socio del Distretto Aerospaziale della Campania, DAC. Caratterizzato dall’utilizzo di nuove leghe ultraleggere, materiali e tecnologie “green”, MISTRAL integra anche sistemi di health monitoring, grazie a sensori inseriti nelle parti critiche come lo scudo termico dispiegabile, la cui apertura è modulabile per un controllo attivo della traiettoria di rientro. Inoltre, il sistema di
gestione della micro-piattaforma denominato “Space Twitter” consente alla capsula in orbita di inviare in maniera automatica e con continuità dei “tweet”, ovvero brevi messaggi, per comunicare il proprio stato operativo a una serie di micro-stazioni terrestri dedicate.
L’obiettivo del progetto TABASCO (Tecnologie e Processi di Produzione A Basso Costo per Strutture in Composito per Velivoli Avanzati) è stato quello di ripensare tecnologie e processi di produzione per renderli disponibili anche ai produttori aeronautici dell’Aviazione Generale. Grazie a questa esperienza, non solo sperimentale, ma anche produttiva con l’utilizzo dei processi e delle tecnologie consolidate attraverso il programma di ricerca ed infine con l’attività commerciale sono stati venduti in tutto il mondo 130 aerei
P2010. Con la stessa tecnologia possiamo considerare il numero di oltre 500 velivoli se includiamo anche i modelli, P2008JC, P2008: tutti realizzati in materiale composito. Questi velivoli sono richiesti da scuole di pilotaggio, enti pubblici e utenti privati. I materiali compositi consentono forme più spaziose della cabina e linee accattivanti.