Stadio e trasporti, Napoli divisa…nel nome di Maradona

0
61

I napoletani speravano che almeno la morte di Diego Armando Maradona non sarebbe stata motivo di divisioni in città. Sbagliavano.

Il nome dello stadio e l’intitolazione delle stazioni del trasporto pubblico su rotaia stanno scatenando polemiche e contrapposizioni istituzionali, politiche ma soprattutto ecclesiastiche.

Il presidente della Regione Campania Vincenzo de Luca e il sindaco de Magistris non hanno fatto altro che arricchire il libro della loro interminabile controversia di un nuovo capitolo: la disfida della stazione Maradona.

In riferimento all’intitolazione delle stazioni della linea 6 della Metro e della Cumana Eav.

Quello che l’opinione pubblica napoletana non si aspettava era di vedere le diocesi di Napoli e Pozzuoli sui lati opposti della barricata.

Il nome dello stadio, l’oggetto del contendere.

L’omaggio piace ai vertici della diocesi puteolana, sul cui territorio si trova l’impianto di Fuorigrotta, che in una nota hanno sottolineato come l’intitolazione al campione argentino possa rappresentare un segno di richiamo ai valori fondanti lo sport.

Di diversa opinione invece la diocesi di Napoli che, attraverso il vicario episcopale don Tonino Palmese, si è espressa contro la cancellazione del nome San Paolo, che si chiama così perchè dedicato a san Paolo di Tarso.

Al vicario hanno fatto eco alcuni sacerdoti intervistati dal quotidiano Il Mattino, che criticano la scelta di intitolare a un ex tossicodipendente l’impianto sportivo.

Dio pagano, per molti, ma non personaggio da mettere al posto di un santo.

Sul fronte politico invece, ha tenuto banco su giornali e web la corsa di De Luca, con la complicità de Laurentiis e del numero uno di Eav De Gregorio, a bruciare sul tempo il sindaco nell’intitolare la stazione della Cumana di Fuorigrotta dove domani sarà inaugurata una sorta di mostra artistica permanente dedicata ai protagonisti della maglia azzurra.

La notizia si è appresa giorni dopo l’annuncio del sindaco sulla volontà di intitolare la fermata della linea 6.

Il rischio è che i napoletani si ritroveranno due stazioni Maradona.

Come andrà a finire? Solo Diego lo sa