Un selfie per amare i monumenti di Napoli

Tre siti culturali animati dal video mapping nelle feste di Natale: piazza del Gesù, piazza San Domenico Maggiore e Borgo Vergini

0
150

Le proiezioni sulle facciate della Chiesa del Gesù Nuovo, del Complesso monumentale di piazza San Domenico e del Palazzo dello Spagnuolo danno il via a un tour narrativo che ruota attorno alla promozione turistica di Napoli e del territorio metropolitano sul tema delle tradizioni, tra cui la musica e i giochi, mostrando alcuni dei luoghi più suggestivi che si possono visitare anche nell’area metropolitana. Un’attività del Comune di Napoli, realizzata con il finanziamento di Città metropolitana nell’ambito del progetto “Natale a Napoli 2023”. In mostra le tradizioni e le immagini del territorio della provincia di Napoli

TERESA ARMATO – ASSESSORE AL TURISMO E ALLE ATTIVITÀ PRODUTTIVE COMUNE DI NAPOLI

«Napoli è una città molto amata e, in questo momento, la più attrattiva – dichiara l’assessore al Turismo e alle Attività produttive Teresa Armato –. Abbiamo pensato di celebrare questo amore con alcune delle nostre musiche più belle e con le proiezioni di immagini suggestive sui nostri monumenti, promuovendo anche gli altri luoghi degni di attenzione dell’area metropolitana».

OMAGGIO A CAROSONE SULLA FACCIATA DELLA CHIESA DEL GESÙ NUOVO

L’amore e la musica si combinano per colorare di rosso la facciata della Chiesa del Gesù Nuovo e far ascoltare a chi passeggia per il centro storico le più belle canzoni della tradizione napoletana: da “’O sole mio” a “Tu si ’na cosa grande”, passando per “Era de Maggio” e “Tu vuò fà l’americano”. Note accompagnate da giochi di luce e immagini evocative da immortalare e postare sui social per la gioia degli appassionati di selfie o per inviare un messaggio d’amore a chi si trova lontano, utilizzando gli hashtag #turismonapoli #comunedinapoli #cittametropolitanadinapoli.

OMAGGIO A PINO DANIELE E TOTÒ A BORGO VERGINI

Un omaggio a Pino Daniele con la canzone “’O ssaje comme fa ’o core”, scritta da Massimo Troisi, in piazza del Gesù; mentre al Borgo Vergini sarà la voce di Totò, nato nel Rione Sanità, ad accogliere i giochi di luce che animano l’architettura del prestigioso Palazzo dello Spagnuolo, realizzato nel 1700. Una storia di magie e giochi della tradizione napoletana, invece, è il tema della proiezione in Piazza San Domenico. Tutte le narrazioni sono accompagnate dalle immagini di alcuni dei luoghi turistici più suggestivi dell’area metropolitana: dagli scavi di Pompei, Ercolano e Liternum ai monumenti di Pozzuoli, Nola, Ischia, Capri e Procida.