Un articolo del decreto imprese del Governo e un tavolo convocato in prefettura a Napoli lunedi prossimo hanno fatto si che i 5 navigator, accampati in tenda da sei giorni davanti la sede della Regione Campania, interrompessero lo sciopero della fame iniziato per protestare contro la mancata firma del governatore de luca sul contratto Anpal che sbloccherrebbe l’assunzione dei 471 vincitori del concorso pubblico.

Uno sciopero della fame che cominciava ad avere conseguenze rischiose per i manifestanti: ieri pomeriggio, dopo che già Carlo del Gaudio aveva accusato un malore, Ilenia de coro, unica donna tra i manifestanti, è svenuta ed è stato necessario il ricovero al pronto soccorso.

Lunedì è previsto un tavolo in prefettura, ma è dall’articolo 4 del decreto imprese firmato dal ministro del Lavoro, Luigi di Maio, che arrivano buone notizie per i 471 vincitori del concorso per navigator.

L’articolo in questione infatti prevede la stabilizzazione dei precari dell’Anpal. Una misura che potrebbe ammorbidire l’ostilità di De Luca e convincerlo afirmare la convenzione con l’agenzia per le politiche attive del lavoro. Sciopero della fame quindi sospeso, almeno per ora.