Vinitaly, il liquore Strega ed il barman napoletano Alex Frezza protagonisti a Verona

0
1205

Campania protagonista al Vinitaly di Verona con le sue eccellenze: il liquore Strega interpretato da Alex Frezza, un  mix di tradizione e innovazione molto apprezzato dagli amanti dei soft drink.

La Campania, dunque,  oltre a onorare la sua millenaria tradizione enologica, si afferma anche nel panorama dei distillati con lo stand del celebre liquore Strega.

La Strega Alberti Benevento S.p.A., attiva dal 1860 e gestita tuttora dalla famiglia Alberti, è uno dei simboli dell’imprenditoria campana, produttrice del liquore dalla bottiglia gialla, realizzato ancora oggi rispettando la ricetta originaria. La sua presenza al Vinitaly 2018 testimonia l’incontro tra modernità e tradizione, connubio che manda avanti l’azienda da quasi centosessant’anni. Lo stand, sito nel Padiglione 3, è animato dalla presenza di due barmen italiani, Ettore Barbato ed Alex Frezza. Bartender al Soda Jerk di Verona il primo, barman e fondatore dell’Antiquario di Napoli il secondo, accolgono i visitatori proponendo cocktails diversi ma tutti accomunati dalla presenza del noto liquore.

Grazie ad Ettore Barbato è possibile assaporare il Pontel, drink inedito a base di Liquore Strega, Lambrusco Vecchio Pontel Cantine Giubertoni, Chinotto San Pellegrino, orange Bitter e olii essenziali di scorza d’arancia, ideato in esclusiva dal barman per l’azienda beneventana.

Il campano Alex Frezza presenta, invece, diverse ricette, orgoglioso di poter collaborare con un’icona del suo territorio, facendo riscoprire l’antico sapore dello Strega. Non è la prima volta che il liquore diventa protagonista dei suoi mix, presso L’Antiquario di Napoli è possibile assaggiare diversi cocktails che ne esaltano il sapore. Primo speakeasy partenopeo, sorge al posto di un ex negozio di antiquariato, da cui il nome che, grazie all’esperienza di Alex, è oggi un’icona del bere bene delle notti napoletane.

La partecipazione di Strega Alberti al Vinitaly è anche un ottimo trampolino di lancio per la quarta edizione del Premio Strega Mixology, competizione volta a premiare la migliore ricetta di un cocktail che sappia interpretare al meglio l’inconfondibile gusto del liquore.

Come ci insegna un’antica incisione sulle mura pompeiane, il vino, l’amore e i bagni indeboliscono il corpo ma rendono la vita bella ed almeno per il primo elemento, fino al 18 aprile, c’è Vinitaly.