Dopo Burhan Ozbilici, vincitore del World Press Photo 2017 con la foto dell’attentato del ambasciatore russo in turchia, è toccato al napoletano Antonio Gibotta, secondo premio nella categoria Storie con “La battaglia degli infarinati”, salire sul podio del protagonista incontrando il pubblico della mostra fotografica più importante del mondo in svolgimento a napoli, negli spazi di villa pignatelli alla riviera di chiaia. Gibotta è considerato una delle promesse della fotografia italiana.

Napoli e la fotografia saranno protagonisti anche degli altri appuntamenti inseriti nel calendario del world press photo, che chiuderà i battenti il prossimo 7 gennaio. Vito Cramarossa, project manager di Cime, società organizzatrice dell’evento, svela gli incontri più importanti previsti