Home News A Melito serrata dei commercianti il 25 aprile promossa dalla Confcommercio

A Melito serrata dei commercianti il 25 aprile promossa dalla Confcommercio

Antonio Papa, è necessario il contrasto all’abusivismo commerciale

MELITO DI NAPOLI – Chiusura di tutti gli esercizi commerciali in segno di protesta per il mancato contrasto all’abusivismo commerciale. È quanto annunciano, per il prossimo 25 aprile, la Confcommercio Imprese per l’Italia di Melito (che fa riferimento alla Confcommercio di Napoli, presieduta da Pietro Russo) e la Federconsumtatori di Melito.
Il giorno della Liberazione, tutte le attività aderenti alle due associazioni di categoria si listeranno a lutto utilizzando un drappo nero e dei cartelli con i quali attesteranno la propria partecipazione alla serrata.
In una nota inviata al Sindaco di Melito di Napoli avv. Venanzio Carpentieri, all’assessore alle attività produttive Stefano Capozzi, all’assessore con delega alla Polizia municipale Gino Gabbano, alla Tenenza dei Carabinieri di Melito e al Comando di Polizia Municipale di Melito, Confcommercio Melito e Federconsumatori Melito fanno riferimento «all’attuale situazione» in cui versa la città sotto il profilo «dell’abusivismo commerciale» ma anche «dell’ambiente, della viabilità, in merito alla mancata regolamentazione del mercato ortofrutticolo all’ingrosso, delle condizioni in cui si svolge la fiera settimanale del venerdì». La forma si protesta, definita «civile», non è nient’altro che la conseguenza di una mancanza di ascolto delle istanze inoltrate alle Istituzioni locali dai vari comparti delle attività produttive del territorio. «A nulla sono valse – insistono Confcommercio Melito e Federconsumatori – le continue proposte atte ad affrontare tali situazioni». In ogni caso il giorno della protesta saranno garantiti i servizi essenziali per la cittadinanza come pane e latte.
Il presidente Antonio Papa«In diverse occasioni abbiamo denunciato l’abusivismo commerciale attraverso foto e video diffusi sui social network e portati a conoscenza dell’attuale amministrazione comunale e dagli organi di controllo del territorio. Ma, sino ad adesso, le nostre segnalazioni non sono servite a nulla» rincara la dose il presidente della Confcommercio Melito Antonio Papa (nella foto), che poi aggiunge: «Ancora oggi i negozianti regolari in forma fissa o itinerante continuano ad essere penalizzati dalla concorrenza sleale degli abusivi, presenti in diversi punti del territorio. In questo modo non è più possibile andare avanti. Ecco il perché della protesta del 25 aprile. Chiediamo di essere ascoltati. Noi restiamo a disposizione, ma bisogna far presto perché, come spesso ripetiamo, a Melito se chiude il commercio muore la città».

Campagna vaccinale, apre hub in zona Asi Caivano

È a regime l'hub della campagna vaccinale per le attività produttive riservato ai dipendenti delle aziende insediate negli agglomerati Asi della provincia di Napoli. Il...

Giudice di Pace di Napoli ancora in “lockdown”, protesta degli avvocati

Gli stadi riaperti ai tifosi per l'Europeo di calcio, ristoranti e altre attività verso il ritorno alla normalità. Solo gli uffici del Giudice di Pace...

Un campo di basket per Silvia Ruotolo

Come ogni anno la città di Napoli, il comune, le forze dell'ordine e il mondo dell'associazionismo ricordano Silvia Ruotolo, la donna vittima innocente di...

Tiziana Cantone, disposta autopsia: novanta giorni per stabilire le cause del decesso

E' stata eseguita dal professor Maurizio Municinò, l'autopsia sui resti mortali di Tiziana Cantone, la ragazza morta il 13 settembre del 2016, dopo la...

Campagna vaccinale, apre hub in zona Asi Caivano

È a regime l'hub della campagna vaccinale per le attività produttive riservato ai dipendenti delle aziende insediate negli agglomerati Asi della provincia di Napoli. Il...

Giudice di Pace di Napoli ancora in “lockdown”, protesta degli avvocati

Gli stadi riaperti ai tifosi per l'Europeo di calcio, ristoranti e altre attività verso il ritorno alla normalità. Solo gli uffici del Giudice di Pace...

Un campo di basket per Silvia Ruotolo

Come ogni anno la città di Napoli, il comune, le forze dell'ordine e il mondo dell'associazionismo ricordano Silvia Ruotolo, la donna vittima innocente di...

Tiziana Cantone, disposta autopsia: novanta giorni per stabilire le cause del decesso

E' stata eseguita dal professor Maurizio Municinò, l'autopsia sui resti mortali di Tiziana Cantone, la ragazza morta il 13 settembre del 2016, dopo la...

Palazzo Reale di Napoli, tra i più social d’Italia. Le visite guidate dei prossimi giorni

Il Palazzo Reale di Napoli è tra i più “social” d'Italia e tra i primi 4 in Europa. È questo il risultato parziale della...
Skip to content