“Dal 15 gennaio saranno attive le prime telecamere sulle ambulanze in servizio nel territorio di Napoli come sollecitato il 16 dicembre scorso in sede di Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica mentre è prevista la realizzazione da parte dei presidi ospedalieri di sistemi di videosorveglianza collegati con le centrali delle Forze di polizia”.

Lo ha annunciato la ministra dell’Interno Luciana Lamorgese. Con questa indicazione vertice in Prefettura questa mattina, alla presenza degli esponenti delle Forze dell’Ordine e dei vertici delle Asl cittadine. Una riunione nel corso della quale è stato fatto il punto della situazione e sono stati analizzati anche i recenti episodi, ultimo dei quali il sequestro di un’ambulanza nel parcheggio del pronto soccorso del Loreto Mare. Ed è di oggi una nuova segnalazione dell’associazione Nessuno Tocchi Ippocrate. Nella serata del 7 gennaio, l’ambulanza, della postazione Casoria Saut, allertata per un codice rosso ad Afragola, una volta accorsa sul posto è stata colpita da diversi oggetti lanciati da un balcone. Inoltre, il personale medico è stato bersagliato di minacce mentre percorreva le scale dell’edificio in cui era presente il paziente da soccorrere.

“E’ inconcepibile che chi svolge il proprio lavoro, chi sia adopera per effettuare un soccorso e salvare delle vite debba temere per la propria incolumità. Il personale sanitario deve poter lavorare in pieno sicurezza e per far sì che ciò sia possibile occorre prendere delle misure drastiche”. Questo il commento del Consigliere Regionale dei Verdi e membro della commissione Sanità Francesco Emilio Borrelli.