Due video, nei quali si vedono scene terribili di bullismo e violenza sugli anziani, addirittura con una persona scaraventata all’interno di un cassonetto dei rifiuti. Sono stati postati sulla pagina Facebook “Made in Vrenzolandia”, commentati dal consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli e da Maria Luisa Iavarone, la mamma di Arturo, il giovane che venne aggredito a coltellate a via Foria, impegnata da tempo con le istituzioni per promuovere azioni contro il bullismo.

Nel primo una baby gang scalmanata getta nel cassonetto un anziano …nel secondo per svariati minuti in metropolitana un gruppo di minori fuori controllo prendono di mira dei soggetti deboli (un anziano, una donna straniera visibilmente spaventata) mimando gesti osceni, sospendendosi ai maniglioni come delle scimmie.
“Tutto questo – ha denunciato la mamma di Arturo – nella metropolitana di Napoli senza alcun controllo sotto gli occhi delle videocamere di sorveglianza”.

“Ieri mi sono recata a Palazzo San Giacomo – ha insistito Maria Luisa Iavarone – nell’ostinata volontà di rappresentare agli assessori competenti che questa è un’emergenza che richiede interventi urgentissimi”.
Borrelli e Gianni Simeoli, nel corso di una puntata radiofonica de “La Radiazza” hanno aggiunto: “Questi video che girano sui social non devono essere presi come ‘scherzi’ o ‘goliardate’ perché vengono messe in atto vere e proprie violenze che vanno punite per quel che sono”.