Due ragazzi maliani sono stati feriti da colpi di pistola ad aria compressa, all’incrocio tra viale Lincoln e via Commaia a Caserta, sparati da un’auto in corsa all’interno della quale c’erano tre giovani che gridavano «Salvini, Salvini».

Uno dei rifugiati, rimasto ferito, è stato costretto a farsi medicare in ospedale. Gli immigrati sono beneficiari di un progetto di accoglienza del Comune di Caserta, realizzato in collaborazione con il centro sociale Ex Canapificio, la Caritas e la Comunità Rut.

I maliani, che stavano rientrando a casa, sono stati avvicinati da un’auto di colore nero. A bordo tre giovani che hanno mostrato loro una pistola ad aria compressa.

E al grido «Salvini, Salvini» hanno esploso due colpi di pistola a distanza ravvicinata. Uno dei quali ha colpito al torace un rifugiato, mentre l’altro maliano è riuscito a nascondersi.