“Questo gravissimo episodio è l’ennesimo di una lunga sequenza di aggressioni e violenze contro i migranti, e in particolare gli uomini e le donne nere, che si sono moltiplicate in questi mesi, in questi giorni purtroppo anche in Campania dove contiamo solo nell’ultima settimana diverse aggressioni”.

E’ il momento di scendere in piazza, è il momento di dire basta e dobbiamo farlo adesso!”. E’ cosi’ che la Comunità senegalese di Napoli e gli attivisti della Rete antirazzista hanno organizzato una manifestazione di protesta dopo il ferimento di un immigrato a Napoli.

Gli attivisti ricordano i casi degli ultimi giorni: “L’aggressione ad un cittadino nigeriano a Villa Literno, ad un immigrato dal Mali colpito con pistola a pallini a San Cipriano, tre cittadini del Bangladesh pestati al Lago Patria”, tra gli altri”. “E’ un momento in cui la violenza razzista si sente legittimata”, concludono.